Seminario di Qi Gong – il corpo di giada – 01-02.02.2020

Eventi Lascia un commento  

Nelle varie fasi dell’esercizio vengono imitati i movimenti di tre animali, la tartaruga tranquilla che si allunga, la Gru che dispiega le ali, quindi l’elasticità e il drago flessibile e invincibile

Il corpo di Giada è un esercizio di Qigong che focalizza la tua attenzione sulla mobilizzazione di tutta la colonna vertebrale. Dalla sua elasticità dipendono oltre ad una corretta postura, molte funzioni metaboliche, considerando che i fasci nervosi che si dipartono dai dischi vertebrali vanno ad innervare tutti gli organi interni. I movimenti dell’esercizio si basano su tre principi: estensione, arresto e rilassamento, la loro pratica in sequenza favorisce la circolazione del sangue e dell’energia, sciogliendo ristagni e contratture . Il nome dell’esercizio fa riferimento alla Giada, simbolo di purezza e di bellezza, inoltre in Cina é nota per i suoi effetti benefici sui reni, una loggia energetica fondamentale per il benessere della schiena. La pratica regolare dell’esercizio rende la colonna vertebrale resistente come la Giada. 

Il seminario è promosso dallo studio di medicina tradizionale cinese YI DAO di Bellinzona, diretto dalla Dr.ssa Shi Liya e condotto da Gian Carlo Arbore agopuntore collaboratore dello studio.

Gian Carlo Arbore ha seguito da molti anni studi di Medicina cinese prima in Cina presso l’Università di Nanchino dove ha conseguito il diploma di agopuntura e ha fatto,pratica clinica in diversi ospedali, ha continuato i suoi studi a Parigi studiando la farmacopea cinese nelle diverse cliniche e conseguendo un secondo diploma in agopuntura, è riconosciuto come Terapista complementare e iscritto nel registro degli agopuntori. Ha studiato il qigong seguendo diverse scuole e maestri insegnando sia in Italia che in Svizzera per molti anni.

La sede sarà definita in base al numero di partecipanti e la pratica consisterà in due moduli giornalieri per un totale di sei ore con una pausa per il pranzo.

Durante il corso saranno forniti ai partecipanti oltre alle indicazioni specifiche per svolgere l’esercizio anche nozioni di medicina cinese di base.

L’esercizio può essere svolto da persone di ogni età con le dovute precauzioni secondo le varie patologie che saranno adeguatamente illustrate.


Seminario di Qi Gong 05-06.10.2019

Eventi Lascia un commento  

I SEI SUONI TERAPEUTICI 

I sei suoni sono una serie di esercizi di tradizione taoista, già citata negli “Annali di Primavera e Autunno” due secoli a.C. Ne esistono molte versioni, quella che proponiamo è una delle più sofisticate, codificata da Ma Litang, un eminente medico del secolo scorso, della tradizione dei medici imperiali, grande studioso e medico personale di importanti uomini di Stato cinesi.

Ma Litang, dopo un’accurata analisi della letteratura classica ha codificato la serie dei sei suoni o anche detta dei sei ideogrammi, ritrovando la corretta pronuncia, oltre che la migliore posizione delle labbra e della lingua, e abbinando ciascun suono a un movimento appropriato che coincide con la circolazione dei meridiani usati dall’agopuntura.Un aspetto molto importante dell’esercizio è il tipo di respirazione utilizzata, detta “tallonare” che accompagna la emissione dei singoli suoni. L’esercizio fa parte delle tecniche “Daoyin” documentate da testi medici risalenti al 4° sec.

I sei suoni hanno la particolarità di ri-equilibrare gli organi interni, liberando i ristagni di energia e/o sangue oltre ad eventuali blocchi emotivi, consentendo così il libero fluire dell’energia vitale e del sangue.Questa serie può essere usata sia a scopo preventivo che terapeutico aiutando a migliorare molte patologie: malattia dell’apparato respiratorio (bronchiti), diabete, ipertensione, malattie dell’occhio e problemi della vista, disfunzioni legate ai cinque organi(cuore, polmoni, fegato, reni, milza/stomaco).


Corso di Qi Gong per l’inverno 2016

Eventi Lascia un commento  

 

L’inverno è il momento della conservazione, bisogna cercare di proteggere e non disperdere lo Yang

Qi ( energia riscaldante, tonificante). Se non lo si farà in modo adeguato sarà molto probabile che in primavera si vada incontro a diversi disturbi quali ad esempio: allergie, difficoltà digestive, mani e piedi freddi, inoltre il nostro Yang Qi avrà difficoltà a sorgere durante tutto l’anno creando difficoltà a tutte le funzioni organiche.

LE MILLE MANI DEL BUDDHA

Questo metodo si ispira alle posizioni simboliche delle mani e delle dita del Buddha, definite “Mudras”. La pratica ha quattro obbiettivi: allontana la sofferenza, fortifica l’energia, calma il cuore e guida la mente verso la saggezza. E’ molto utile in caso di stress e per fortificare la memoria.

XI XI HU – QI GONG DELLA MARCIA

Questo metodo è molto conosciuto in Cina e all’estero, dopo che in alcuni ospedali hanno fatto degli studi che dimostrano gli effetti di questa pratica sulle patologie oncologiche e i problemi mentali. E’ un metodo molto semplice che richiede molta concentrazione. L’attenzione va portata sull’armonizzazione dei movimenti della marcia con il ritmo della respirazione. Questa associazione regolarizza l’attività dei 5 organi e attiva la circolazione del Qi (energia) favorendo una purificazione profonda e disperdendo un “troppo-pieno”, un eccesso emozionale. Dopo la pratica, la mente è calma e ripulita dalle tensioni.

OTTO PASSI XIN GONG

Esercizio molto antico, codificato dal medico di Epoca han Hua Tuo, rivisto in forma moderna e semplificata dal Maestro Ma Li Tang. La prima parte serve per armonizzare l’Energia Yin, Yang e stimolare il canale cintura Dai mai, collegamento tra i canali dell’alto e del basso.La seconda parte si ispira all’andatura degli animali: gru, orso,tigre coccodrillo e drago. Hua Tuo, aveva notato che questi animali oltre a vivere a lungo,conservano la scioltezza delle articolazioni anche in tarda età, questo metodo favorisce la circolazione sanguigna , del qi e mantiene elastici i tendini e le articolazioni.

QI GONG DELLA TARTARUGA

E’ un esercizio molto utile da praticare in inverno, perché tonifica molto l’energia stagionale del rene. E’ composto di esercizi respiratori che riprendono il movimento della tartaruga in movimento. E’ particolarmente efficace a livello delle articolazioni, dando sollievo ai dolori dell’artrosi.

CONSIGLI PER PRESERVARE L’ENERGIA DELL’INVERNO

  1. Non fare doccia o bagno per più di tre volte la settimana, soprattutto evitare la sauna.
  2. Evitare esercizi che facciano troppo sudare.
  3. Andare a letto presto e alzarsi più tardi con il sorgere del sole.
  4. Non ridurre il cibo per dimagrire, accumulare un po’ di grasso (con cibi di qualità senza zuccheri aggiunti).
  5. Rimandare se possibile interventi chirurgici.
  6. Evitare eccitazioni eccessive.
  7. Consumare in percentuale più verdure cotte di crude.
  8. Praticare esercizi di qi gong specifici per tonificare il rene.

Corso di Qi Gong per l’autunno 2015

Eventi Lascia un commento  

Martedì dalle 18:45 alle 20:15  

Mercoledì dalle 18:30 alle 20:00 

 

LE MILLE MANI DEL BUDDHA

Questo metodo si ispira alle posizioni simboliche delle mani e delle dita del Buddha, definite “Mudras”. La pratica ha quattro obbiettivi: allontana la sofferenza, fortifica l’energia, calma il cuore e guida la mente verso la saggezza. E’ molto utile in caso di stress e per fortificare la memoria.

 

QI GONG DEL CUORE DELLA GRU

Questo metodo viene da un tempio Taoista nelle montagne blu situate nella regione del Sichuan in Cina.

L’esercizio è utilizzato soprattutto nelle sindromi depressive e nell’insonnia.

Leggi ancora


19.09.2015 – Incontro di Meditazione Zen e cerimonia del tè

Eventi Lascia un commento  

 

IMG-20150922-WA0009_resizedPraticare insieme la gioia del Dharma – Gustare il tè della longevità Pu’er Cha

19.09.2015 10:00-18:00

10:00 Arrivo e sistemazione

10:30 Zazen – Kin hin

Meditazione seduta e camminando

Hannya Shingyö

Sutra del cuore

11:30 Incontro – lezion

La Postura dello Spirito

12:30 Pausa pranzo

15:00 Zazen – Kin-hin

Meditazione seduta e camminando

16:00 Gong Fu Cha

Introduzione sulla relazione e i benefici del tè con la Medicina Tradizionale Cinese

Cerimonia del tè cinese

17:00 Conversazione – feed-back

18:00 Congedo 

Leggi ancora